Area Informativa / Il massaggio del perineo in gravidanza


Il massaggio del perineo in Gravidanza
Cos'è il perineo?
Il perineo è l'insieme di tre strati di muscoli che compongono il pavimento del nostro bacino, detto anche pavimento pelvico. Questo insieme di muscoli regola molte delle nostre attività quotidiane che sono fondamentali per la vita, come ad esempio: il contenimento degli organi addominali, la respirazione, l'evacuazione, la sessualità , il contenimento del bambino durante la gravidanza e la sua espulsione al momento del parto. Come si può notare è il centro della vita e della femminilità, ogni suo deficit può avere ripercussioni gravi nella vita della donna come: incontinenza urinaria, fecale, prolassi uterini, vescicali, intestinali ecc. E' per questo che bisogna averne cura sia attraverso esercizi mirati sia attraverso i massaggi.
L'importanza del massaggio
Questo massaggio non ha alcuna controindicazione, ed ha molteplici vantaggi, come:

  • Coscienza e conoscenza del perineo;
  • Evoluzione verso il controllo del perineo;
  • Inibizione del riflesso di difesa che frena la discesa del bambino;
  • Limitazione delle lacerazioni perineali e delle episiotomie grazie ad una maggiore elasticità dei tessuti;
  • Visite ginecologiche meno spiacevoli perchè la donna è in grado di rilassarsi e di indicare al medico il momento in cui è pronta per la visita.

Come e quando si pratica
Il massaggio deve essere praticato con mani pulite ed unghie corte non in presenza di infezioni vaginali ed accessi emorridei. Si può cominciare alla 34esima settimana una o due volte alla settimana, a partire dalla 37esima settimana ogni giorno. In genere dura dai 3 ai 10 minuti.
è importante prima prendere coscienza della zona che si andrà a massaggiare (esattamente la zona tra ano e vagina), osservandola con uno specchietto durante l'igiene intima o tramite esercizi di ricerca che spieghino al meglio l'anatomia e la fisiologia di questa zona in modo che poi autonomamente possiate andare a cercarle da sole sul vostro corpo.
Potete praticare il massaggio del perineo da sole o con il vostro partner, se si intende praticarlo insieme è meglio che le prime due settimane lo pratichiate da sole. Prima di cominciare è preferibile svuotare retto e vescica. All'inizio della pratica è bene mettersi in una posizione comoda semi-sdraiata, possibilmente su un letto, con la schiena ed il collo ben sostenuti ed il bacino rivolto leggermente verso l'alto con un cuscino sotto i glutei, per controbilanciare la curvatura della schiena. Le ginocchia sono leggermete divaricate. Scegliete un luogo calmo, familiare ed intimo per essere a vostro agio. Quando vi sentite rilassate stendete dell'olio (olio di mandorle o quello che avete comprato per la prevenzione delle smagliature) sulle dita: pollice, indice e medio e poi stendere sulla pelle del perineo tra l'ano e la vagina. Effettuando dei movimenti circolari risalite lungo le grandi labbra e all'ingresso della vagina.
Cominciate poi a praticare lo sfioramento, il massaggio esterno che consiste nell'inserire il pollice in vagina fino alla prima falange e posizionare indice e medio sulla pelle vicino l'ano. Esercitare dei piccoli movimenti circolari sulla pelle (ore 3-9).
Successivamente effettuare dei movimenti a bilancere per un minuto all'interno e all'esterno, esercitando una pressione un po' più forte. Respirate profondamente e a lungo.
Portare poi l'intero pollice in vagina e rilassatevi, appena vi sentite pronte fate un sospiro ed espirando esercitate una pressione lieve ma decisa sul bordo della vagina in direzione del coccige. Questo tipo di massaggio simula l'impressione di voler defecare accompagnato da lieve bruciore, un sensazione simile verrà avvertita durante il periodo espulsivo del travaglio. E' probabile che l'ano si contragga per un riflesso di difesa, come per trattenere improvvisamente le feci. Quando la sensazione diventa sgradevole non vi spingete oltre ma continuate a mantenere la stessa pressione. Respirate profondamente cercando di rilassarvi per inibire questa resistenza. Una volta superata, spingersi un po' oltre fino al prossimo riflesso di difesa. Più vi eserciterete più sentirete aumentare la vostra capacità di rilassamento. In base alle vostre percezioni potrete progredire giorno per giorno fino a praticare le pressioni su tutta la zona con movimento a raggiera. Dopo esservi allenate a sufficienza con le pressioni potete cominciare con gli stiramenti utilizzando la stessa tecnica delle pressioni ma anzichè allentare la pressione continuate a mantenerla e fate scivolare il pollice verso l'esterno. Espirando esercitate una pressione lieve ma decisa sul bordo della vagina in direzione del coccige (ore 6), inspirando mantenete la pressione, espirando di nuovo portate il pollice verso l'esterno per stirare ulteriormente il perineo, avanzate fino a far riaffiorare il pollice quando percepite la pelle che si stira, la sensazione è più intensa; rilassate l'ano e completate il movimento.

REVISIONATO A CURA DEL DOTTOR RICCARDO CORIZZA

www.stradaperunsognonlus.it - E-mail: info@stradaperunsognonlus.it

*